Si tratta di una tecnologia brevettata altamente innovativa, che sfrutta una radiofrequenza a bassa intensità (0,485 Mhz) veicolata attraverso due elettrodi differenti a seconda dei tessuti che vogliono trattare. Agisce in maniera non invasiva, stimolando energia direttamente dall’interno del corpo e incrementando l’attivazione dei normali processi cellulari.

Gli effetti di questa tipologia di trattamento sono testimoniati da numerosi studi scientifici che ne validano i benefici sull’organismo umano e l’assoluta assenza di controindicazioni, ad eccezione di quelle previste dalla legge e relative a portatori di pace-maker e donne in stato di gravidanza.

I trattamenti di tecarterapia, opportunamente modulati dall’operatore, possono produrre all’interno dei tessuti trattati tre tipologie di reazioni:

  • incremento del microcircolo
  • vasodilatazione
  • incremento della temperatura

Tali reazioni permettono di ottenere risultati immediati in individui alle prese con problematiche muscolari, articolari e osteoarticolari, sia di natura acuta che cronica, ma anche di rispristinare condizioni psico-fisiche adeguate in organismi sottoposti quotidianamente a stress di natura fisica (ad es. pesantezza degli arti inferiori).

Nata e sviluppata nell’ambito dello sport professionistico per soddisfare l’esigenza di risultati concreti e di tempi di recupero sempre più rapidi, la Tecarterapia rappresenta oggi un valido supporto in altri ambiti della medicina, dalla flebolinfologia alla reumatologia, dalla terapia del doloro alla medicina estetica, senza trascurare il campo del benessere.

Problematiche quali infiammazione, lesioni muscolari di leve entità , contratture, deficit circolatorio e linfedemi possono essere trattate con notevoli benefici per il paziente, già a partire dalla prima seduta. Gli effetti derivati dalla Tecarterapia sono infatti immediati e il trattamento completo, accompagnato dell’utilizzo di prodotti quali la crema dermoattivante e le quintessenze, risulta estremamente piacevole per il paziente, contribuendo a generare uno stato di benessere complessivo

Share by: